Biografia

Si conoscono da studenti nel 2008 a Bruxelles. Tornati in Italia, cominciano ad esibirsi dapprima nella Marche, così come nei festival e in concorsi di rilievo. Suonano poi in centinaia di locali e festival d'Italia e d'Europa, facendo sia spettacoli musicali, che unendo teatro e musica, essendo autori di ogni spettacolo che rappresentano. Aprono i concerti di noti artisti italiani quali la Bandabardò, Niccolò Fabi, Marta sui Tubi, Erriquez, Rachele Bastreghi - Baustelle, Marlene Kuntz. Partecipano con successo nei festival di Castrocaro, Poggio Bustone, Mei di Faenza, Mito Fringe di Milano, sono per due anni finalisti ad Area Sanremo e vincono Musicultura nel 2015, vincendo anche il premio alla miglior musica.

Pubblicano due dischi: “Turkish Café” nel 2011 e “Cambio Palco” nel 2014.

I loro live mescolano la bellezza e la raffinatezza del suono degli strumenti acustici con la potenza delle parole, del suono elettronico, del ritmo, delle voci armonizzate. Così, si definiscono una band elettroacustica subliminale: i loro live sono tamburellanti, melodici, vocali, amano cantare insieme e far cantare la gente; una miscela di sapori, lingue, profumi e sensazioni che esplodono insieme alle mani e alle voci, prolungamenti degli strumenti e delle anime irrequiete.

I Turkish Café sono Annie Hall (voce solista e tastiere), Julico (voce, chitarre), Simone Giorgini (voce, contrabbasso), Simone Pozzi (voce e batteria).